Jaisalmer

Jaisalmer, la città nel deserto, è anche chiamata la città d'oro grazie al colore che ottiene dall'arenaria gialla utilizzata per la costruzione degli edifici.

Visitare Jaisalmer la città nel deserto

Jaisalmer, la città nel deserto, è anche chiamata la città d'oro grazie al colore che ottiene dall'arenaria gialla utilizzata per la costruzione degli edifici.

Jaisalmer, la città nel deserto, è anche chiamata la città d'oro grazie al colore che ottiene dall'arenaria gialla utilizzata per la costruzione degli edifici.
Vicino al confine del Pakistan Jaisalmar è una delle ultime grandi città del Rajasthan e sorge nel cuore del deserto del Thar.
In antichità punto di passaggio dell'importante itinerario delle carovane di cammelli attraversato l'India e l'Asia Centrale, nel corso dei secoli le fortune di Jaisalmer sono cresciute e cadute seguendo la geo-politica della regione e, naturalmente, all'emergere di percorsi commerciali più recenti.

Jaisalmer attrazioni
Jaisalmer Fort
Una delle fortificazioni più grandi del pianeta, Jaisalmer Fort è l'unico forte in Rajasthan. Casa di circa 3.000 persone, Jaisalmer Fort ha all'interno delle sue mura case e imprese, case di riposo e caffè e templi in abbondanza. Nel 2013, Jaisalmer Fort è stato dichiarato patrimonio mondiale dell'UNESCO. Le sue pareti in pietra arenaria prestano la fortezza una tonalità dorata dandole così il sobriquet, Sonar Quila o Golden Fort. Essere un forte vivo rende Jaisalmer estremamente unico e rendere molto facile immaginare quale vita all'interno del forte deve essere stata tutti quei secoli fa.

Fort Palace
Il centro del forte è Dussehra Chowk e sopra questa piazza è il palazzo di 11 piani che serviva come residenza privata dei governanti. Una parte del palazzo si affaccia su Hawa Pol (Porta dei Venti) e offre una vista sulla piazza che è (e rimane) il centro della maggior parte dell'attività all'interno del forte. Proprio come gli edifici del suo tempo nel Rajasthan le finestre della zenana o le camere delle donne sono progettate in modo tale da offrire alla persona all'interno delle viste illimitate dei percorsi in basso, senza essere scoperti in cambio. Quasi tutte le stanze hanno porte molto piccole, costruite per l'espresso scopo di forzare il concorrente ad arco e abbassarsi mentre entrano.

Templi di Jain
Il gruppo di tempie intricate tra le mura di Jaisalmer Fort è ancora un'altra attrazione della città. Questi sette templi di Jain sono stati costruiti tra il 12 e il 15 ° secolo e sono collegati tra loro da corridoi e passaggi pedonali. Sarà necessario lasciare tutti i tuoi accessori in pelle (cinture, borse, portafogli) e le scarpe prima di entrare nel tempio. Il primo tempio di questo cluster (e forse quello più popolare) è quello dedicato a Chandraprabhu, l'ottava tirthankar.

Patwa ki Haveli
Patwa ki Haveli o Patwon ki Haveli non è uno ma piuttosto un cluster di cinque havelis. I havelis con le loro intricate sculture e le vedute del forte offrono anche una visione di quanto fosse davvero ricca la piccola città di Jaisalmer. Se sei interessato alla storia e alla cultura, è molto facile perdere il tempo in questi havelis.

Nathmal ki Haveli
Forse il più giovane dei haveli di Jaisalmer è Nathmal ki Haveli. L'haveli servito come residenza del primo ministro di Jaisalmer ha alcune intagli squisite all'esterno e alcuni bei dipinti all'interno.

Bada Bagh
Bada Bagh è un giardino di cenotapo a circa sei chilometri da Jaisalmer ma uno che deve essere visto credere. Il giardino si erge ai piedi di una collina e le numerose chattris o cenotaph stanno in memoria dei tardivi governatori di Jaisalmer. Si noti che qui non ci sono corpi e le tombe sono vuote.

Vyas Chhatri
In piedi sul bordo della città, Vyas Chhatri è dedicata a Vyasa, l'autore di (e di un personaggio) dell'epica Mahabharata. Vyas Chhatri ha diversi cenotaphi dedicati a onorare quelli che sono scomparsi e serve come un luogo di cremazione per la comunità Brahmin di Pushkarana.

Museo del Patrimonio Thar
A differenza della maggior parte dei musei del paese, Thar Heritage Museum è di proprietà privata e gestita. Il museo istituito da un capo chiamato LN Khatri che funge da storico e narratore locale offre approfondimenti sulla cultura della regione.

Lago Gadisar
Il lago Gadisar o il lago Gadsisar sono chiamati da Gadsi Singh ed è un serbatoio artificiale che, fino al 1965, è l'unica fonte di approvvigionamento idrico della città. Le rive del lago Gadisar sono contraddistinte da piccoli templi e santuari che rendono ancora più attraente la visita di questo luogo. Prendere un giro in barca nel lago e nutrire i diversi pesci rossi o semplicemente sedersi vicino alle banche e guardare gli uccelli acquatici che migrano qui durante gli inverni.

Galleria foto

Altre destinazioni in Rajasthan

Richiedi informazioni per il tuo Tour in India con autista privato oppure costruisci il tuo itinerario.

I nostri pacchetti alla scoperta della destinazioni più conosciute dell'India: Rajasthan, Uttar Pradesh, Uttarakhand, Punjab, Himachal, Madhya Pradesh, Kashmir, Kerala, Goa e Delhi


TOP